giovedì 12 febbraio 2015

La tavola si San Valentino

Oggi vorrei dare il mio personale contributo ai prossimi festeggiamenti per San Valentino proponendo una tavola di semplice e veloce realizzazione.



Innanzitutto premetto che io ho raramente festeggiato San Valentino, non perchè non sia mai stata accoppiata o innamorata in questa data, ma festeggiando il compleanno vicino al 14 ho sempre preferito dare enfasi al compleanno e meno a questa ricorrenza, anche perchè penso che in fondo l'amore, quando c'è, non ha bisogno di date per essere festeggiato..


Per chi invece avesse voglia di festeggiare, propongo una tavola veramente facile realizzare che racchiude in sè una serie di simbolismi su quello che dovrebbe essere per me l'amore (non ridete troppo per favore.)


Come dicevo ho scelto una serie di simboli che per me rappresentano un amore degno di essere festeggiato..


Innanzitutto una mela, simbolo del peccato e della tentazione se vogliamo ricollegarci ad Eva, e poi il peperoncino che rappresenta il lato piccante di una relazione amorosa.


Un pizzico di bianco, perchè comunque l'amore è anche candore e purezza.


Avrei voluto utilizzare delle roselline o del lisianthus bianco, ma non avendolo trovato ho optato per rose gialle con una screziatura rossa.


Ora, se non erro, le rose gialle nel linguaggio dei fiori rappresentano la gelosia. E' l'unico simbolo dell'amore che sulla mia tavola avrei evitato, poichè non sono gelosa e anzi odio questo sentimento non solo in amore ma anche nll'amicizia. Però forse non c'è passione senza un pizzico di gelosia e quindi tutto sommato ci sta..



Bene, se volete replicare la mia tavola è facilissimo, basta scavare le mele ed inserire al loro interno un pochino di spugna da fioristi e poi sbizzarrirsi con gli accostamenti che più vi piacciono.



Lo stesso per le mele portacandela, basta inserire la spugna tra le due mele e tenerle insieme con uno stuzzicadenti maxi. Il gioco è fatto! Buona cena di San Valentino a tutti!!

Nessun commento:

Posta un commento